“È il cuore che rende eloquenti”. Al Gonzaga l’arte del dibattito si impara a scuola. Concluso l’VIII Torneo di Debate

Rispondendo ad alcuni studenti, il Presidente della Repubblica, ha rimproverato la politica, che troppo spesso negli ultimi giorni ha perso la misura delle parole, dimostrando povertà di idee e di linguaggio, svilendo “il confronto politico, la contrapposizione delle idee e delle proposte, la competizione, anche elettorale, che ne risultano mortificate e distorte”.

In questo scenario noi continuiamo ad offrire ai nostri studenti gli strumenti per esprimere e sostenere le proprie idee con consapevolezze e nel rispetto dell’altro. Come? Attraverso i Debates, che anche quest’anno nel mese di febbraio ha visto protagonisti i nostri studenti del IV anno dei Licei, del D1 del Diploma Program, del Liceo Classico Umberto I e del Liceo Scientifico Benedetto Croce.

I Debates, che da anni nella nostra comunità costituiscono un’occasione per sviluppare la propria umanità attraverso momenti di riflessione su alcune tematiche interdisciplinari, nascono come risposta ad un’esigenza più attuale che mai: ricavare nel curricolo un tempo di applicazione intensiva dei ragazzi dedicato ad approfondire aree del sapere, questioni etiche e di senso, secondo un’impostazione scolastica originaria e tratta dal mondo classico.

I Debates affondano le proprie radici in un’antichissima tradizione dei gesuiti, i quali nel ‘600 mostravano presso le corti dei regnanti di Europa le potenzialità dell’arte retorica. «Il debate è confronto, amicizia, umanità, sapienza e conoscenza. Argine alla deriva comunicativa contemporanea improntata sull’arroganza, sul pregiudizio, sul rancore e sull’ignoranza, il debate è fatto da una comunità di oratori che hanno a cuore non la vittoria ma la competenza».

Quest’anno,come da tradizione consolidata, nel nostro campus si è svolto l’VIII Torneo di Debate, che coinvolge anche le altre Scuole Superiori di Palermo: il Liceo Classico Umberto I e il Liceo Scientifico Benedetto Croce. Gli studenti a partire dallo scorso 26 febbraio fino al 01 marzo, hanno dibattuto, sia in italiano sia in inglese, portando argomentazioni favorevoli o contrarie rispetto a diversi temi di attualità: spaziando dalla politica all’etica, dalla tecnologia alla religione, oppure interrogandosi su questioni che riguardano l’ambiente.

I Debates creano una competizione fra le squadre, incentivano gli studenti a confrontarsi nel rispetto degli altri. Ogni squadra è composta da speakers, i quali durante i dibattiti hanno la possibilità di esprimere le proprie posizioni personali frutto di studio e approfondimento. Oltre ad essere un’occasione in cui i nostri giovani si mettono alla prova e lavorano insieme ai compagni, i Debates offrono la possibilità di ragionare, in maniera consapevole e creativa, su un argomento di attualità partendo dalla realtà che li circonda fino ad arrivare a una sfera più ampia.

La preparazione del dibattito richiede un impegno sinergico e costante: una volta sorteggiata la mozione sulla quale gareggiare, gli studenti iniziano una fase studio approfondito delle argomentazioni da portare a sostegno o a sfavore della questione.

I dibattiti degli studenti si sono conclusi con la finalina e la finale, durante le quali si sono sfidate quattro squadre su due temi differenti: nella finalina si sono confrontati il Liceo Benedetto Croce e il Liceo Umberto I sulla mozione “Questa assemblea ritiene negativa la crescita del fenomeno degli influencer”, mentre nella finalissima hanno dibattuto l’Istituto Gonzaga e il Liceo Benedetto Croce sul tema “Il lavoro non è una virtù ma una delle ultime forme di schiavitù rimaste. Occorre concretizzare un futuro in cui gli individui saranno sempre meno costretti a dedicare tempo ed energie al lavoro stipendiato

Al termine dei due dibattiti della fase finale al terzo posto si è classificato il Liceo Classico Umberto I, al secondo posto il Liceo Scientifico Benedetto Croce, al primo posto l’Istituto Gonzaga (squadra composta da Compagno Anna (4° liceo stem), Napoli Francesco (4° liceo scientifico sportivo), Mazzara Matteo (4° liceo classico), Montalbano Ylenia (4° liceo classico), Stassi Saverio (4° liceo stem), Janathas Carolina (D1 del Diploma Program)). Vince il premio della Quaestio scritta l’Istituto Gonzaga (squadra composta da Barbaro Manfredi (4° liceo scientifico), Crisci Antonino (4° liceo scientifico sportivo), Di Marca Giuseppe (4° liceo scientifico), Mangiacavallo Ettore (4° liceo scientifico), Amarasinghe Shenon (D1 del Diploma Program)). 

Sono stati altresì assegnati i seguenti premi speciali a diversi studenti distintisi per merito: Premio Dialettica, Premio Argomentazione più elegante, Premio Argomentazione più efficace, Premio Argomentazione più veloce, Premio Inventio, Premio Dispositio, Premio Elocutio, Premio Memoria, Premio Actio, Premio Sensibilità.

Facciamo i complimenti agli studenti partecipanti che, grazie pure all’aiuto dei docenti, hanno tutti dimostrato impegno e dedizione. Lo studio, il lavoro di ricerca, lo spirito di collaborazione ricordano, oggi più che mai, l’importanza del dialogo e dell’ascolto, e soprattutto dell’imparare a dare voce alle proprie idee nel rispetto di quelle altrui.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recommended Posts